Recupero Password
Covid-19: a Molfetta 615 positivi ma tra qualche settimana potrebbe partire la vaccinazione di massa
26 gennaio 2021

MOLFETTA – Nel corso dell’incontro con la stampa per presentare la nuova giunta sono stati diffusi gli aggiornamenti in merito alla situazione del Covid-19 nella nostra città.

Purtroppo, i casi positivi sono in deciso aumento: dai 468 della scorsa settimana si sale a 615, di cui 3 pazienti ricoverati, 11 casi in RSA e 601 positivi a domicilio. Probabilmente cominciano a evidenziarsi gli effetti dell’abbassamento della nostra soglia di attenzione durante le recenti festività.

Il sindaco Tommaso Minervini ha rimandato al mittente le polemiche che, puntualmente, compaiono sui social subito dopo la diffusione dei dati. «Un sindaco non può che comunicare i dati ufficiali forniti dalla Prefettura» ha dichiarato il primo cittadino.

In sinergia con il Comandante della Polizia Locale Cosimo Aloia e il commissario Camporeale, si è deciso che settimanalmente sarà diffuso un documento, sottoscritto dallo stesso comandante, con i dati registrati dalla Prefettura.

Sul fronte dei controlli, nella giornata di ieri sono stati effettuati i tamponi presso l’Ipssar (Istituto Alberghiero) di Molfetta, tamponi che hanno dato tutti esito negativo.

Si stanno, intanto, concludendo le vaccinazioni nelle RSA, avendo già iniziato la fase di richiamo. Secondo il sindaco, si potrebbe iniziare la vaccinazione di massa già il 20 febbraio (ovviamente tutto dipenderà dalla effettiva disponibilità di vaccini, cosa che sta creando non poche apprensioni a livello nazionale e non solo - ndr). Non a caso si stanno individuando le strutture in cui realizzare le vaccinazioni. Nei mesi scorsi è stata allestita, presso l’ex molino e pastificio Caradonna, quella che è stata battezzata la “Casa della Salute”, che a breve vedrà insediarsi i medici USCA (unità speciali di continuità assistenziale), ossia coloro che presteranno assistenza medica domiciliare ai pazienti Covid.

Dallo scorso dicembre, inoltre, è stato attivato il PIS (pronto intervento sociale), un servizio che risponde alle emergenze e ai bisogni di sopravvivenza per coloro che si trovano in grave situazione di marginalità ed emergenza sociale. Situazioni che possono verificarsi in qualsiasi momento e a cui vanno forniti soluzioni immediate. Si tratta di un Servizio di Ambito Molfetta-Giovinazzo, attivo 24 ore su 24. Si attiva chiamando il numero verde gratuito 800.174.272 o inviando una comunicazione all’indirizzo mail pismolfettagiovinazzo@gmail.com

Nel corso dell'incontro il Sindaco ha rivolto un pensiero per la scomparsa di Gino Morrelli, tra i fondatori del SerMolfetta.

@Riproduzione riservata

Autore: Isabella de Pinto
Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet