Recupero Password
Covid, situazione preoccupante a Molfetta: superata la soglia dei 300 positivi (321). Conferenza stampa sulla situazione. Drago: siamo alla fase 3
Minervini e Drago
22 novembre 2020

 MOLFETTA – Con 321 positivi al Covid, secondo i dati ufficiali (ma sarebbero molti di più) la situazione a Molfetta si fa sempre più preoccupante.
All’ospedale “Don Tonino Bello” sono state isolate 10 stanze per terapia subintensiva dividendo i pazienti negativi da quelli positivi.

Ma la situazione della Rsa “Kolbe” ha allarmato la popolazione e ha spinto il sindaco Tommaso Minervini a convocare una conferenza stampa per fare il punto della situazione.

Il dott. Pasquale Drago, direttore Uoc Sisp Nord ha sottolineato che più che alla fase 2 siamo già in fase 3. Infatti, si andava verso il rallentamento dei contagi quando con la riapertura delle scuole il virus ha viaggiato più velocemente. E’ stato anche un fatto psicologico ad aggravare la situazione, perché la gente non ha avuto più paura della fase 1 e la diffusione della pandemia è stata maggiore, anche nella nostra regione.

Tra l’altro le possibilità del contagio sono le più varie e difficili da conoscere: spesso si è positivi e non si sa come sia accaduto. Ma, è il sistema del tracciamento ad essere saltato.

Un appello alla restituzione delle bombole di ossigeno vuote, è venuto dall’assessore all’igiene e sanità del Comune di Molfetta, dr. Ottavio Balducci, che ha anche raccomandato di lasciare a casa, almeno per 14 giorni, i bambini con sintomi influenzali, perché possono essere veicolo di diffusione del virus.

Altro appello è stato rivolto ai laboratori di analisi affinché segnalino al medico di famiglia gli esiti positivi. Questo, in realtà, avviene raramente ed è pericoloso. Balducci ha ricordato il buon rapporto esistente con il mondo del volontariato per garantire un adeguato supporto alimentare e farmacologico.

A detta del nuovo comandante della polizia locale Cosimo Aloia i controlli sono stati intensificati e sono state comminate 62 sanzioni, fra cui due attività commerciali e un circolo privato, mentre sono ancora troppo pochi i controlli a centri scommesse e palestre. La polizia locale è intervenuta anche per sanificare le tastiere dei bancomat. Infine saranno fatti dei controlli campione per verificare se effettivamente la gente resta a casa.

Infine l’assessore Antonio Ancona ha comunicato la sospensione del mercato settimanale, perché non c’erano sufficienti margini di sicurezza e c’è stato un incontro con i commercianti per vedere di affrontare insieme l’emergenza sanitaria. Infine sono stati controllati piazza Minuto Pesce e l’ex mattatoio.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet