Recupero Password
Covid, sempre più grave la situazione in Puglia. Emiliano: la zona rossa non basta, occorre rafforzarla. Oggi aumento del 15,3% contro il 7% dell’Italia. Ritardi anche nei vaccini: solo il 2,93%
19 marzo 2021

BARI – Resta preoccupante la situazione in Puglia, soprattutto dopo il picco di ieri quando ci sono stati 11.211 test per l'infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 2.082 casi positivi: 1.048 in provincia di Bari, 141 in provincia di Brindisi, 115 nella provincia BAT, 253 in provincia di Foggia, 191 in provincia di Lecce, 321 in provincia di Taranto, 4 casi di residenti fuori regione, 9 casi di provincia di residenza non nota. I morti sono stati 27 decessi: 8 in provincia di Bari, 8 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Lecce, 10 in provincia di Taranto.

La percentuale tra tamponi e positivi era del 18,57% contro il 7% italiano.

I dati di oggi
Oggi i positivi sono aumentati di 1.785 col 15,3% contro il 7% dell’Italia. Ma è sempre alto il numero dei morti: 27. I tamponi effettuati sono stati 11.636 test. I casi positivi per provincia: 652 a Bari, 154 a Brindisi, 147 nella BAT, 270 a Foggia, 239 a Lecce, 315 a Taranto, 1 caso di residente fuori regione, 7 casi di provincia di residenza non nota. Questi i decessi per provincia: 10 a Bari, 1 a Brindisi, 6 in BAT, 2 a Foggia, 3 a Lecce, 5 a Taranto.

Dall'inizio dell'emergenza sono stati effettuati 1.742.669 test. Mentre 127.409 sono i pazienti guariti e 41.170 sono invece i casi attualmente positivi. Le persone in isolamento domiciliare sono 39.326 e 1.844 i pazienti ricoverati nelle strutture ospedaliere pugliesi, di questi 219 sono in terapia intensiva.

La presa di posizione del governatore Emiliano: la zona rossa non basta più

A causa dell'elevato numero di contagi sono stati sospesi i ricoveri ordinari in Puglia. Il governatore Michele Emiliano alla luce dei dati preoccupanti, dice che la zona rossa non basta e sta vagliando la possibilità di ulteriori restrizioni oltre a quelle già previste per la zona rossa. Si pensa di passare a un rosso rafforzato, anche perché si vede in giro tanta gente e i supermercati sono affollati come se non ci fosse alcuna limitazione, anche i treni e gli autobus registrano un tasso si affollamento elevato.

Emiliano lamenta il fatto che poche aziende lavorano in smart working e invita a lasciare più personale a casa per evitare contagi sui posti di lavoro. Un dato drammatico è quello di confronto fra i contagi fino a luglio, 2.000-2.550, mentre ieri in un solo giorno ne abbiamo avuti ben 2.082. Una cifra che dovrebbe far riflettere coloro che continuano a comportarsi come se il virus non circolasse, evitando di mettere la mascherina, ma soprattutto assembrandosi senza problemi.

Cresce l’occupazione dei posti letto dei pazienti Covid

Ma aumenta ancora il tasso di occupazione dei posti letto da parte di pazienti Covid in Puglia e raggiunge un picco mai toccato sino ad oggi: secondo i dati Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, nelle terapie intensive si è passati al 38% di occupazione, la soglia critica fissata dal ministero è pari al 30%; mentre in Area medica (pneumologia e malattie infettive) il tasso di occupazione è del 43% (limite 40%).


Sospesi i ricoveri non urgenti
Lunedì scorso, proprio per far fronte all’aumento dei ricoveri, la Regione Puglia ha sospeso tutti i ricoveri non urgenti sino al 6 aprile e ha chiesto un sostegno alle cliniche private per l’attivazione di altri reparti Covid.

In una settimana (dal 10 al 16 marzo) sono aumentati del 22% i nuovi contagi. L’incremento del numero dei casi totali è stato del 6,4% superiore a quello della settimana precedente (5,8%).

Vaccini ancora a rilento

Va male anche sul fronte dei vaccini: solo il 2,93% contro il 3,6% nazionale; gli over 80 sono solo il 5,2% contro una media nazionale del 10,6%.

 

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet