Recupero Password
Consiglio comunale giovedì a Molfetta, dopo il terremoto politico del 4 marzo: gli effetti del voto su Forza Italia divisa al suo interno. Il ruolo di Carmela Minuto
Vignetta di Manente: la Minuto sfila la sedia del Senato ad Azzollini
20 marzo 2018

MOLFETTA – Giovedì pomeriggio, come annunciato, ci sarà il primo consiglio comunale a Molfetta dopo il terremoto delle elezioni politiche del 4 marzo, che ha, in pratica, cancellato la geografia politica locale.

Quali ripercussioni avrà il voto a Molfetta, è difficile prevederlo. Un effetto immediato non ci sarà, ma a lungo termine si potrà verificare un logoramento dei partiti, quelli rimasti, visto che il Pd è diventato una lista civica e ha pagato questo errore con la sconfitta elettorale.

Forza Italia è l’altro partito ancora esistente, ma frantumato e frastornato proprio per la vicenda delle elezioni politiche. La defenestrazione del sen. Antonio Azzollini con la scelta di non candidarlo al Senato, preferendogli Carmela Minuto della sua stessa coalizione e ormai a tutti gli effetti iscritta al partito, ha provocato una implosione della quale gli effetti si stanno già vedendo. La Minuto gli ha sfilato la poltrona (come si vede dalla vignetta del nostro Michelangelo Manente, pubblicata sulla rivista mensile "Quindici" di febbraio), anche se non è riuscita a sedersi lei, mancando per poco l'elezione, per cui ha presentato ricorso.

Inaccettabile per il partito è stata la scelta dell’ex senatore di non appoggiare la candidata ufficiale, invitando i suoi amici a sostenere la senatrice del Movimento 5 Stelle, confermato anche dai suoi lacchè che continuavano sui social ad attaccare Berlusconi e a vantare la “straordinaria” grillina. E’ ipotizzabile che il “gioco sporco” politico, Azzollini lo lascia fare ai suoi servitori, dirigendo dietro le quinte.

Dopo la mancata elezione della Minuto, che, però, ha portato il partito dal 13 al 19%, recuperando i voti perduti proprio da Azzollini e dalla sua prestanome, la candidata sindaca sconfitta Isa de Bari, l’ex sindaco non riesce ancora a placare la sua ira. Ma non tutti hanno seguito l’ex senatore, furioso come non mai. I giovani di Forza Italia e alcuni consiglieri comunali hanno sostenuto la candidata indicata dai vertici. Tra l’altro Carmela Minuto non è stata eletta per pochi voti, per il meccanismo contorto della nuova legge elettorale.

Comunque oggi è lei la nuova leader del partito, anche se l’ex sindaco e l’ex senatore cerca di ridimensionare i 185mila voti ottenuti dalla candidata. Né si può fare il confronto con i voti ottenuti nel collegio dalla candidata del Movimento 5 Stelle, perché lo tsunami dei grillini ha travolto tutti, anche Forza Italia.

E così, Azzollini continua a raccontare bugie quando sostiene che la sezione di Molfetta ha sostenuto il partito. Comprendiamo il tentativo dell’ex senatore di restare a galla, di evitare l’espulsione e soprattutto di non essere cancellato dalla scena politica nazionale e cittadina, malgrado le sue penose apparizioni in manifestazioni pubbliche per sentirsi ancora salutato come “il sen. Azzollini”. La cosa è umanamente comprensibile, anche se vederlo così malridotto politicamente, fa un po’ pena. Sic transit gloria mundi.

Cosa succederà giovedì in consiglio comunale nel gruppo dell’opposizione di centrodestra? Ci saranno tre capigruppo? Come voteranno i consiglieri Minuto e De Bari? Con chi si schiereranno gli altri consiglieri comunali?

Intanto Forza Italia, cerca di riprendersi dallo choc e buon ultimo chiede al sindaco Tommaso Minervini chiarimenti sulla vicenda che ha portato alle dimissioni dell’assessore Carmela Germano, per una vicenda che ha visto il marito coinvolto in un sequestro di beni per 1.800.000 euro da parte della Guardia di Finanza per presunta evasione.

Certo questo argomento sarà sollevato anche dall’opposizione di sinistra e costringerà il sindaco, che finora si è trincerato nel silenzio, a rispondere in aula.

Ecco perché c’è grande attesa per la seduta del consiglio comunale che, inevitabilmente, avrà il suo risvolto politico.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet