Recupero Password
Carenze all’ambulatorio di oncologia dell’Ospedale di Molfetta: Cittadinanzattiva scrive al direttore della Asl Sanguedolce
Il dr. Ottavio Balducci
23 settembre 2021

 MOLFETTA - L’ambulatorio di oncologia presso l’Ospedale di Molfetta svolge un servizio primario ormai consolidato e apprezzato dai circa 100 pazienti oncologici che eseguono la chemioterapia e da altri 300 seguiti per follow-up post chirurgico.

Da qualche settimana giungono al Tribunale per i Diritti del Malato – Cittadinanzattiva, con sede presso l’Ospedale di Molfetta, segnalazioni-denunce di pazienti oncologici che lamentano di non sapere chi li seguirà nel prossimo futuro e quando e dove dovranno eseguire i nuovi cicli di chemioterapia.

«Questa mancanza di riferimenti certi – dice il dr. Ottavio Balducci, coordinatore di Cittadinanzattiva - è stata determinata dall’imminente pensionamento del medico referente dell’ambulatorio e dalla mancata concomitante sostituzione con un nuovo oncologo.

Il mancato passaggio di consegne tra i due specialisti sta determinando e determinerà confusione e smarrimento tra i pazienti oncologici già duramente provati dalla loro patologia.

Pertanto abbiamo sollecitato il pronto intervento del direttore della Asl Bari, dr. Antonio Sanguedolce, a tutela delle cure e della serenità dei pazienti e delle loro famiglie».

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet