Recupero Password
Calcio a 5 maschile. Aquile sconfitte al Pala Aliperti Il B. Energy Lausdomini vince il big match e sorpassa i biancorossi
Giulio Mugeo in azione
18 dicembre 2018

 MOLFETTA - Dopo la vittoria convincente contro il Futsal Capurso le Aquile Molfetta di calcio a 5 maschile non riescono ad espugnare il Pala Aliperti di Marigliano, gara valevole per la 9ª giornata di campionato. Mister Rutigliani non riesce ancora a contare su tutti gli elementi a disposizione, out Giuseppe Barbolla, Antonio Di Benedetto e del nuovo innesto del mercato di riparazione Mario Ossorio. Non è bastato il cuore e la grinta di capitan Pedone e compagni; grande primo tempo condotto dai molfettesi: ottima fase difensiva e cinismo nelle poche occasioni concesse dagli avversari. Nel secondo tempo dopo aver raddoppiato al 3’12’’, grande calo e ritmi altissimi dei campani che vincono in maniera netta con il punteggio di 5-2. Le reti dei molfettesi vengono siglate da Mugeo e dal solito Dell’Olio.  

PRIMO TEMPO. Rutigliani si affida a Lopopolo tra i pali, Pedone, Ortiz, Dell’Olio e Mugeo. Partono meglio i padroni di casa con Zamboni ma Lopopolo risponde con sicurezza, sul lato opposto prova ad infiammare il match Dell’Olio ma il tentativo dalla distanza termine out. Lausdomini preme sull’acceleratore alla ricerca del vantaggio: Teo perde palla e Teruya coglie il palo, Lopopolo si rifugia in angolo sul tentativo da banda destra di Bertoni e i tentativi di Reyno e e Volonnino terminano fuori. Aquile nonostante i pochi cambi a disposizione provano a reagire all’assalto avversario ma Ranieri con sicurezza salva il risultato su Ortiz e Mugeo. I biancocelesti si affidano a capitan Bertoni, Lopopolo con un grandissimo intervento si rifugia in angolo. Al 14’40’’ schema da calcio di punizione partito da Ortiz e finalizzato in maniera eccellente da Giulio Mugeo. Reyno prova a scuotere i suoi, Lopopolo ancora una volta con un miracolo si rifugia in angolo; ancora lo spagnolo in maglia numero 8 successivamente conclude la sua azione calciando fuori.

SECONDO TEMPO. Ripresa di gioco in cui gli uomini di mister Rutigliani partono con il piede giusto: capitan Pedone fa ripartire subito l’azione, Ortiz serve Dell’Olio che sigla la rete del raddoppio e il sedicesimo goal stagionale. Sul punteggio di 2-0, Lopopolo compie l’ennesimo intervento di giornale sulla conclusione di Teruya ma il Lausdomini in poco più di 2’ pareggia incredibilmente il match: Volonnino all’8’03’’ con una gran botta di destro e al 10’05’’ proprio l’ex di turno da banda sinistra supera Ortiz e spedisce il pallone sotto l’incrocio. Lo stesso Reyno dopo qualche minuto cade richiedendo il calcio di rigore ma viene ammonito per simulazione, per la seconda volta e conseguentemente espulso. Molfettesi non riescono a gestire la superiorità numerica con Dell’Olio e al 12’56’’ Maggio porta i campani in vantaggio con una bordata al volo. Mister Rutigliani si gioca la carta del quinto mi movimento che non da’ però i suoi effetti visto il calo fisico dei molfettesi e il Laudomini allunga prima con Bertoni al 15’16’’ da banda sinistra e poi Zamboni che sigla il 5-2 con un gran lob. Teruya viene atterrato da Lopopolo all’interno dell’area di rigore ma l’estremo difensore non si fa superare.

Nella prossima giornata la Sefa Molfetta sarà impegnata nella gara casalinga: 10ª giornata di campionato, sabato 22 dicembre alle 16.00 contro il Junior Domitia.

 “Il primo tempo è stato di alto livello e anche l’inizio del secondo tempo siamo partiti bene visto la rete del raddoppio poi abbiamo avuto una calo di concentrazione e forse anche fisico e gli avversari ci hanno punito prima accorciando con il parziale e poi hanno vinto l’incontro. Il modo di reagire in questo momento è quello di rimane un gran gruppo e ripartite per cercare di far bene. Visto il mercato e gli infortunato la squadra ha bisogno di tempo ma sono sicuro che ci prenderemo le nostre soddisfazioni. Ora dobbiamo ripartire con la giusta umiltà e determinazione, sabato ci aspetta un altro durissimo match. Al PalaPoli non possiamo fare sconti a nessuno, bisogna vincere a tutti i costi per il morale e per la classifica”, ha dichiarato il “talismano” Giulio Mugeo al termine del match.

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet