Recupero Password
Cade un lampione a Corso Dante a Molfetta: colpa dei tiranti dei pali delle luminarie, installati un mese prima della festa patronale
19 agosto 2018

MOLFETTA – Caduto un lampione questa mattina in corso Dante a Molfetta, nei pressi della gelateria Lena.

In un primo momento la causa della caduta era stata attribuita alla ruggine che aveva corroso la base del lampione, poi da un esame più attento da parte della polizia municipale, si è appurato che il danno è stato provocato da uno dei tiranti dei pali delle luminarie per la festa della Madonna dei Martiri.

Ora gli scettici che avevano criticato il lettore di “Quindici” che riteneva inopportuno installare i pali un mese prima della festa, creando ostacoli e possibili problemi, hanno avuto una risposta dai fatti.

Come sempre molti cittadini parlano a vanvera pur di riempire i social e dimostrare che esistono (facebook ha dato il diritto di parola a tutti... diceva Umberto Eco), ma non si rendono conto dei reali pericoli che vengono segnalati dalla stampa.

Ci chiediamo se l’aver prolungato l’allestimento delle luminarie comporti un vantaggio economico per il Comune (i diritti si pagano per oltre un mese) e se questa sia la vera ragione dell’anticipo per fare cassa.

Oggi c’è scappato l’incidente e per fortuna non ha provocato danni alle persone. Ma è servito a dimostrare l’approssimazione con cui lavora l’amministrazione comunale.

Un altro lettore ci segnala che con la collocazione dei pali sono stati sottratti molti posti auto, mentre i fili di ferro che fanno da tiranti, creano disagi ai cittadini: «che dire del ferro filato lasciato presso il mio portone al n. 63 da più di una settimana? e lo stesso ferro filato che in certi casi impedisce che possa essere stasa la roba ad asciugare? E tutti i disagi nei giorni della festa? E per finire talvolta è successo che per alcune settimane dopo la festa sono rimaste le luminarie nella totale indifferenza di chi organizza questi eventi pensando che tutto debba ruotare intorno a questa festa!».

Insomma, ben venga la Festa patronale, ma si cerchi di evitare un disagio prolungato per gli abitanti della zona e per i cittadini che hanno problemi di circolazione e di sosta a Corso Dante. Una festa patronale non può durare... un mese e mezzo.

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""

Gentile Redazione, voi giornalisti dovreste essere i primi ad incoraggiare la libertà di pensiero e di espressione e non additare chi ha espresso un pensiero diverso dal vostro (oppure sul vostro periodico non è più possibile, mi pare strano). Da parte mia rimango della stessa opinione, stanco dei continui borbottii, ma è giusto che ci siano, così come ci deve essere un diritto di pensarla diversamente, e non per questo essere additati come “… cittadini che parlano vanvera …”, parole, che di per sé, avrebbero fatto scattare una denuncia, ma non è il mio caso, voi stessi dovreste conoscere quanto pesano parole! Tant’è che non mi sono nascosto dietro uno pseudonimo per il mio commento, cosa che invece non tutti fanno, sentendosi così al sicuro e liberi di (s)parlare. Non ho voluto trovare alcuna notorietà sul vostro giornale on line, la cosa, credetemi non mi interessa proprio. A ben leggere l’articolo sembrerebbe quasi esserci una certa ‘contentezza'' in merito all’accaduto (ma sono certo che non è così), così da poter avvallare il proprio pensiero. Chiudendo, confermo che continuo a pensarla diversamente, a prescindere dai fatti accaduti dopo il mio post e ritengo che noi molfettesi, perché da buon molfettese mi metto anch’io nel gruppo, niente ci va bene, dobbiamo sempre criticare ogni scelta poiché vogliamo che le cose siano sempre fatte secondo i nostri pensieri, opinioni, pareri (60.000 pareri diversi poco più, poco meno) Ribadisco, se la ditta di Scorrano ha iniziato a montare prima le luminarie avrà avuto i suoi motivi (magari tecnici?...), tutto qua. Concludo augurando una buona Festa della Madonna dei Martiri a tutti, comunque la si pensi, ed a voi della Redazione.




Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet