Recupero Password
Brutto episodio ai danni di un disabile nel parcheggio del concerto di Luca Carboni al Puglia Outlet Village di Molfetta
Puglia Outlet Village di Molfetta
05 luglio 2019

 MOLFETTA – Uno spiacevole episodio a danno di un disabile è avvenuto al concerto di Luca Carboni al Puglia Outlet Village di Molfetta il 29 giugno scorso.

Lo racconta Annalisa al sito vorreiprendereiltreno la onlus che si occupa di disabilità.

«Annalisa ci scrive:

Siamo andati a vedere Il concerto di Luca Carboni in un centro commerciale a Molfetta e con noi c'era anche Marco. Marco è un mio caro amico, ci conosciamo da quando eravamo adolescenti. Sei anni fa Marco ha iniziato ad avere problemi agli occhi. Un virus erpetico gli ha fatto perdere prima un occhio e poi l'altro. Circa tre anni fa, all'età di 37 anni, è diventato cieco assoluto.
Siamo partiti da Terlizzi in macchina e avendo un regolare contrassegno per parcheggio riservato alle persone con disabilità, una volta arrivati, mi avvicino ad un vigile per chiedere se oltre ai parcheggi visibili e tutti occupati, ce ne fossero stati altri riservati ai disabili. La sua risposta mi ha lasciato senza parole: "Non sono un parcheggiatore"....
Dopo aver girato un pochino ci siamo accorti che molte macchine posteggiate nei parcheggi riservati avevano sul parabrezza una multa perché non avevano esposto il regolare contrassegno. Ho accompagnato Marco in un posto dove poteva ascoltare il concerto e sono tornata dal vigile per far notare che in quei casi è necessario chiamare il carro attrezzi. Mi ha risposto "Signora, lei dove l'ha parcheggiata la macchina? In situazioni come queste hanno tutti un contrassegno, il suo dov'è?".

In un attimo il tutore della legge si è trasformato nella persona che mi accusava di voler approfittare della situazione utilizzando la scusa del pass farlocco. Il sangue mi è ribollito dentro.
Mentre tornavamo a casa ho pensato alla forza di Marco, ai cambiamenti che ha dovuto subire e alla sua resilienza, a tutti i piccoli passi fatti quotidianamente, alle lotte giornaliere per superare le barriere, sia quelle fisiche e quelle mentali.
Ho pensato a come potesse essere offensivo per chi combatte la propria battaglia giorno dopo giorno, sentirsi insultare da una persona che per lavoro fa "quello che fa rispettare le regole del vivere civile" .
Scrivo questo perché in quel preciso momento, rossa di rabbia, non ho avuto la prontezza di dire al vigile che con quelle parole stava distruggendo le speranze di Marco, tutti i suoi sforzi per rendere la sua vita migliore e il paese in cui viviamo un posto più accessibile a tutti.
E lo scrivo proprio nei giorni in cui molti si ergono a paladini della giustizia, difensori della legge applicata, di quell'ordinamento giuridico al quale facciamo ricorso solo per difenderci dalla paura del diverso e per sostenere la legge del più forte
».

Cosa ne dicono i dirigenti dell’Outlet Village di Molfetta? Come si giustificano gli organizzatori di questo centro commerciale (cosiddette cittadelle dello shopping a capitale settentrionale realizzate a tutto vantaggio dell’economia del Nord: lasciano poco o nulla al territorio, concedendo magari qualche concerto come fa anche la Mongolfiera, per attirare ancora più clienti a danno del commercio locale)? Quantomeno al concerto avrebbero dovuto garantire i posti per i disabili?

Come si giustificano i vigili chiamati in causa da Annalisa?

Basta limitarsi a dire: brutto episodio, non si verificherà più? Oppure andrebbero messe in atto azioni concrete?

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""


Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet