Recupero Password
Beat Onto Jazz Festival 2018, dal 1 agosto comincia lo show, e siamo a diciotto
Carmen Souza
29 luglio 2018

Parte il 1 agosto la 4 giorni di jazz del Beat Onto Jazz Festival, rassegna ormai veterana, arrivata alla Diciottesima edizione, che come ogni anno ci proporrà 8 appuntamenti, (2 al giorno), di ottimo livello.

Come ogni anno da sempre la direzione artistica, sempre perfetta, è data nelle mani di Emanuele Dimundo, coordinatore di tuto quello che la manifestazione offre, mentre introdurrà i concerti, come da parecchi anni fa efregiamente, il docente e critico musicale Alceste Ayroldi, (Musica Jazz, editor manager Jazzitalia, editor Musica Jazz web).

Quest’anno il festival ha avuto un’anteprima il 30 giugno, presso il teatro Traetta, che ha visto la presentazione del libro “Puglia, le età del jazz” del giornalista Ugo Sbisà, seguita dal tributo a Michel Petrucciani del pianista, arrangiatore e compositore barese Nico Marziliano.

La Location è la solita, e cioè la splendida Piazza cattedrale di Bitonto, che ospita da sempre il festival, che ha la caratteristica rispetto a tanti altri di essere totalmente gratis durante tutte le serate da sempre, cosa non da poco e non comune a nessuna manifestazione. Questo anche grazie al Comune di Bitonto che da sempre ha creduto nell’importanza della manifestazione, e sponsorizzazioni private, facendo raggiungere al B.O.J.F. un livello di qualità musicale elevatissimo, che dal 2001 ad oggi ha ospitato nomi illustri nazionali e internazionali dell’universo jazz e non, tra cui: Javier Girotto, Paolo Fresu, John Abercrombie, Marc Johnsonn, Jerry Bergonzi, Joey Calderazzo, Roberto Gatto, Irio De Paula, Bob Mintzer, Bobby Watson, Mike Stern, Doctor 3, Andy Gravish, Aldo Romano, Renato Sellani, Joe La Barbera, Gegè TelesforoBireli Lagréne, Benny Golson, Paul Wertico, Enrico Pieranunzi, Rosario Giuliani, Eric Marienthal, Lars Danielsson, Leszek Mozdzer, Rossana Casale, Peter Erskine, Diane Schuur, e tanti altri.

Si parte mercoledì 1 agosto con il primo set affidato alla cantante e compositrice siciliana Daniela Spalletta, accompagnata dal trio degli Urban Fabula (Seby Burgio, pianoforte; Alberto Fidone, contrabbasso; Peppe Tringali, batteria), che presenterà il suo progetto musicale D/Birth.

Il secondo set (inizio ore 22) vedrà impegnata una delle voci più interessanti dell’attuale scena musicale internazionale: Carmen Souza. La pluripremiata e versatile musicista capoverdiana presenterà a Bitonto, il suo ultimo progetto artistico creato con Theo Pascal, Creology. Sul palco, con la musicista ci saranno Theo Pascal al contrabbasso ed Elias Kacomanolis alla batteria e percussioni.

Giovedì 2 agosto (ore 21) spazio al sodalizio Italia-Francia con il quartetto formato dal chitarrista Fabio Zeppetella, dalla sassofonista Geraldine Laurent, dall’organista Emmanuel Bex e dal batterista Amedeo Ariano, che presenteranno il successo discografico – prodotto dalla Jando Music – Chansons! L’inedito quartetto interpreta undici canzoni che raccontano al meglio la tradizione musicale dei due Paesi. Dal capostipite Bruno Martino, passando per De André e De Gregori e arrivando a Pino Daniele, da una parte. Jacques Brel e Leo Ferré, Yves Montand e Joe Dassin dall’altra.

 

Il secondo set (ore 22) sarà appannaggio della stella nascente del latin jazz: il percussionista e cantante cubano Pedrito Martinez, il quale crea un mix di influenze che danno vita ad un «prodotto» capace di offrire una sintesi virtuosa di due mondi. Ha vinto il Premio Thelonius Monk, Premio Sphinx per l’eccellenza. Con Martinez sul palco ci saranno Jhair Sala, percussioni e voce; Sebastian Natal, basso e voce; Jassac Delgado Jr., tastiere e voce.

Venerdì 3 agosto, a calcare il palco del Beat Onto Jazz Festival sarà il quartetto italo-asiatico-americano Fratello Joseph Family Affair, con Giuseppe Bassi (contrabbasso), Roberto Ottaviano (sassofoni), Yu Ying Hsu (pianoforte), Tina Raymond, batteria.

Il quartetto si compone di artisti provenienti da diverse parti del mondo: Yu Ying Hsu, pianista Taiwanese, Tina Raymond, statunitense residente a Los Angeles, completano il quartetto, la parte maschile: Fratello Jospeh Bassi e Roberto Ottaviano.

Il secondo set, vedrà una prima assoluta, che ha vedrà impegnati l’Orchestra del conservatorio Niccolò Piccinni di Bari, l’associazione InJazz e l’associazione VoxMedia di Bitonto. Il Duca e il Bardo è una pièce teatral-musicale basata sulla monumentale suite di Duke Ellington Such Sweet Thunder.

L’ultimo giorno, (4 agosto), la prima parte della serata vedrà sul palco l’Italian Quartet del sassofonista inglese Stan Sulzmann, che rappresenta buona parte della storia del jazz. Sulzmann vanta collaborazioni importantissime con Kenny Wheeler, Jony Mitchell, John Taylor, Chet Baker, Clark Terry, Gil Evans, Paul Mc Cartney. Il nostro dedicherà anche un omaggio a Kenny Wheeler. Con il fiatista anglosassone ci saranno il pianista, compositore e docente Massimo Colombo, il contrabbassista Maurizio Quintavalle e il batterista Enzo Zirilli.

 

Alle 22 piazza Cattedrale accoglierà l’unica data pugliese di una delle band più amate e travolgenti della scena jazzistica attuale: gli Yellowjackets. Senza dubbio il gruppo più rappresentativo della Fusion degli anni Ottanta, con quattordici album alle spalle, oltre un milione di copie di dischi venduti e centinaia di concerti in tutto il mondo. Sul palco: Russell Ferrante al pianoforte, Bob Mintzer ai sassofoni, Dane Anderson al basso e Will Kennedy alla batteria.

BEAT ONTO JAZZ FESTIVAL 2018 XVIII EDIZIONE

BITONTO - P.zza Cattedrale

1 - 4 agosto 2018

Ingresso Libero

1 agosto

Daniela Spalletta feat. Urban Fabula

Daniela Spalletta, voce

Seby Burgio, pianoforte

Alberto Fidone, contrabbasso

Peppe Tringali, batteria

II SET

Carmen Souza Trio “Creology”

Carmen Souza, voce, pianoforte, chitarra

Theo Pascal, contrabbasso, basso elettrico

Elias Kacomanolis, batteria e percussioni

2 agosto

I SET

Chansons! Zeppetella-Laurent-Bex-Ariano

Fabio Zeppetella, chitarra

Gerladine Laurent, sassofoni

Emmanuel Bex, organo e voce

Amedeo Ariano, batteria

II SET

Pedrito Martinez Group

Pedrito Martinez, voce solista e percussioni

Jhair Sala, percussioni e voce

Sebastian Natal, basso e voce

Jassac Delgado Jr., tastiere e voce

3 agosto

I SET

Fratello Joseph Family Affair

Giuseppe Bassi, contrabbasso

Roberto Ottaviano, sassofoni

Yu Ying Hsu, pianoforte

Tina Raymond, batteria

II SET

Il Duca e il Bardo: Orchestra del Conservatorio Niccolò Piccinni di Bari in

collaborazione con gli attori di VoxMedia?

Vito Andrea Morra, direzione d’orchestra

Ciccio Gaudimundo, testi e regia

Recitazione: Alessia Sicolo; Stefania Rutigliano; Francesco Ricci

Domenico Schiraldi.

4 agosto

I SET

Stan Sulzmann Italian Quartet

Stan Sulzmann, sassofoni

Massimo Colombo, pianoforte

Maurizio Quintavalle, contrabbasso

Enzo Zirilli, batteria.

II SET

Yellowjackets

Russell Ferrante, pianoforte

Bob Mintzer, sassofoni

Dane Anderson, basso

Will Kennedy, batteria.

 

Antonio Pisani

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet