Recupero Password
Auto dell’assessore Mancini in divieto di sosta ed è subito polemica a Molfetta. La difesa dell’interessato
15 giugno 2018

MOLFETTA – Ha suscitato tante polemiche a Molfetta la foto della vettura Alfa Romeo spider Duetto dell’assessore alla Polizia Municipale Pasquale Mancini parcheggiata in divieto di sosta.

La foto è stata fatta girare sui social e anche alcuni cittadini hanno scritto e telefonato a “Quindici” per lamentare questo comportamento di chi dovrebbe dare l’esempio . Ma l’assessore ha subito replicato: “io le multe le pago tutte” (questo non vuol dire che solo per questo ha la licenza di commettere un’infrazione, ndr).

Interpellato in proposito l’assessore Mancini afferma: «Al netto della sistematica violazione della mia privacy (dicendo dove sono, a che ora ci sono e pubblicando foto con tanto di targa) su cui sarà cura di altri esprimersi, ammetto di andare sempre di fretta ed effettuare delle soste lampo non sempre perfettamente in regola.

Come uscire di 20 centimetri dalle striscie blu.

Questo mi comporta - come a tutti i cittadini - qualche contravvenzione.

Passa il vigile, mi multa, pago.

Una delle prime contravvenzioni elevata dai nuovi assunti, alla prima uscita operativa in via Sant’Angelo, è stata elevata ad una delle mie autovetture.

Non uso l’auto di servizio del

Corpo di Polizia Municipale come hanno fatto in tanti perché il personale è ridotto...e quindi pazienza posso prendere la multa.

Però, caro Direttore, tu scrivi quello che altri non dicono, e quindi sai non essere superficiale.

Quella delle foto alla mia auto è solo la punta di un iceberg che mi vede al centro di attenzioni morbose, sono fortemente preoccupato e sto finanche cambiando alcune mie abitudini (ho disattivato il mio profilo social con grande rammarico). Ma le mie opinioni non cambiano: sulla fruibilità degli spazi comuni, sulla fine di certi privilegi.

Mi becco lo stalking ma non arretro di un millimetro.

Ammetto la sosta creativa ma non accetto intimidazioni, reali ne mediatiche.

Grazie e prometto che parcheggerò meglio».

© Riproduzione riservata

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""




Il sig. assessore Mancini dà una risposta ''piccata'' alla flagranza del divieto di sosta della sua auto, in una zona vietata. A scusante? della topica invoca problemi di violazione di privacy (fuori luogo: la targa, almeno in questo articolo è illeggibile); invoca la FRENESIA! della sua vita (da quando è Assessore!!!, dice che ha cambiato alcune sue abitudini: e quali, di grazia) che lo costringe a comportarsi come moltissimi altri cittadini (in minuscolo) che se ne infischiano delle regole: vuol essere una scusante, caro sig. Mancini? non credo sia valida; non usa l''auto di servizio: che bello, una spesa in meno a carico della Comunità. Caro Assessore in un paese come il nostro, potrebbero essere, queste cose, percepite come NORMALI. Non è così. Tutti dovremmo essere più civili e l''esempio, il messaggio - ancorché ...giustificato dalle tue lamentele - non può essere questo. Sei, comunque, in buona compagnia, nella ''categoria'' dei ''potenti'' un po'', come dire?, disinvolti: Sotto un''altra amministrazione, un assessore, circolava tranquillamente contro mano ed in una strada a traffico limitato, con la massima disinvoltura. Ricevi tante multe? Forse ce l''hanno su con te, ti hanno preso di mira? No, perché, se questo fosse vero, con il dovuto rispetto, direi che se le multe che meritiamo per le piccole/grandi infrazioni che spavaldamente commettiamo, fossero comminate, come sarebbe giusto, gli introiti farebbero letteralmente scoppiare le casse comunali. Ed allora sì che il bilancio sarebbe positivamente stravolto. Buon lavoro.

Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727
powered by PC Planet