Recupero Password
Asm Molfetta ancora sotto accusa. Città sempre più sporca e proteste dei cittadini. Un lettore scrive a “Quindici”
17 marzo 2021

 MOLFETTA – Asm di Molfetta ancora sotto accusa da parte dei cittadini che non ne possono più di vedere una città sporca e un’assoluta incapacità di gestione di un’azienda municipalizzata, nel silenzio dell’amministrazione comunale che copre tali insufficienze gestionali per motivi politici. L’Asm dimostra di non essere in grado di gestire l’ordinaria amministrazione e approfitta della copertura dell’amministrazione per non assumersi le sue responsabilità.

Un altro cittadino scrive oggi a “Quindici” per protestare anche per come l’azienda risponde ai reclami dei contribuenti (abbiamo il dovere di farci portavoce delle lamentele, ma anche dei diritti dei molfettesi):

«Spett. redazione,
volevo non solo condividere lo spettacolo vergognoso di immondizia non raccolta che, nell'indifferenza dell'amministrazione comunale, oramai quotidianamente ci capita di trovare  uscendo di casa, ma anche fare qualche considerazione sullo stato della ASM, con cui ho avuto modo di interloquire nei giorni scorso per un reclamo.

Ebbene, lo stato increscioso della situazione è, a detta della ASM, dovuto a 2 fattori:

  1. "dal giugno del 2019 l’azienda sopporta, per il conferimento dei rifiuti ad impianti di trattamento / smaltimento, costi enormemente maggiori di quelli previsti, che hanno superato di gran lunga il milione di euro. Il mancato rimborso di tali costi ci ha costretto a bloccare sia il “turn over” che le assunzioni a tempo determinato, con le inevitabili conseguenze sul servizio"
  2. "l’emergenza sanitaria in atto: per un verso ha determinato l’attivazione di servizi nuovi e la crescita esponenziale di attività esistenti (disinfestazione, sanificazione, ecc.), per l’altro ha colpito alcuni nostri lavoratori (riducendo ulteriormente le risorse umane disponibili)"
Ora, io credo che questa situazione sia nota agli addetti ai lavori, ma non alla cittadinanza, che deve, secondo me, essere informata.

Mi chiedo: dal giugno 2019 ci sono degli extracosti; come mai? Cosa è successo? Quali sono le responsabilità? Chi deve rimborsare tali costi, visto che la ASM ne lamenta il mancato rimborso? E' possibile che l'amministrazione comunale non abbia fatto nulla?

Tutti i soldi pagati di Tari, dove vanno a finire? Qual'è la percentuale di evasione della Tari?  Chi risponde della mancata erogazione del servizio? 

Sono bloccate le assunzioni a tempo determinato ed il turn over: siamo destinati a morire sepolti dall'immondizia? 

Siamo stanchi di questo modo di gestire l'ordinario, l'igiene della città è gravemente compromessa e comportamenti di questo tipo in questo periodo pandemico sono delittuosi.

Anziché concentrarsi sulle grandi opere il sindaco lavori sull'ordinaria amministrazione, dia una mano alla ASM e ristabilisca un livello minimo accettabile di decenza del servizio.  Grazie. Saluti».

© Riproduzione riservata

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet