Recupero Password
“Appaltopoli”, penosa bugia di Forza Italia Molfetta, dopo l’arresto della sua capogruppo Sara Castriotta: “mai stata iscritta”
L'articolo della "Gazzetta del Mezzogiorno" relativo a Sara Castriotta
15 giugno 2021

 MOLFETTA – Dopo l’articolo di “Quindici” col quale si rilevava l’assenza di commenti da parte di Forza Italia agli arresti della cosiddetta “Appaltopoli” (fra i quali anche l’ex capogruppo di FI al consiglio comunale, Sara Castriotta), la sezione “Tonino Camporeale” di Molfetta, si affanna a confezionare un frettoloso e tardivo comunicato per prendere le distanze dalla sua esponente politica.

Ecco il comunicato: «È nuovamente circolato, in maniera sfacciatamente strumentale, il nome di Forza Italia in relazione alla vicenda giudiziaria che ha investito l’Amministrazione Comunale di Molfetta. Forza Italia di Molfetta, “Sez. Tonino Camporeale”, ribadisce – se ce ne fosse ancora bisogno – il suo giudizio profondamente negativo, sia sul piano politico che amministrativo, sull’ Amministrazione guidata da Tommaso Minervini, supportata da liste civiche di sinistra (in verità sono di destra e tutte di ex sergenti del sen. Azzollini, ndr) e Partito Democratico. Forza Italia ricorda altresì che in questi anni è stata l’unica forza politica coerentemente e fermamente all’opposizione in Consiglio Comunale e nella città (FI continua a raccontare balle, perché in consiglio comunale c’è anche l’opposizione di sinistra, molto più presente e partecipante di quella di centrodestra, ormai ridotta in pezzi con la fuga di tanti suoi esponenti: basta leggere le cronache per constatare come il partito di Berlusconi sia ormai ridotto al lumicino, con divisioni interne, fughe e accuse reciproche, ndr).

Quanto alla ex consigliera Castriotta, già in più occasioni ed in tempi non sospetti, sia il Coordinamento Regionale del partito che la sezione “Tonino Camporeale” di Molfetta, hanno affermato che non è mai stata iscritta in Forza Italia e, in Consiglio Comunale, si distaccò sin da subito dalla linea politica e dalle iniziative del gruppo consigliare e del partito stesso».

Comprendiamo l’imbarazzo di quello che resta di Forza Italia che ha perduto ora anche il consigliere Fulvio Spadavecchia aggregatosi alle liste civiche di destracentro della maggioranza di Minervini, con un capogruppo in carcere e una senatrice non riconosciuta, Carmela Minuto, per aver “rubato” il seggio ad Azzollini. Ma raccontare bugie per salvarsi la faccia (una tattica non nuova per l’ex sindaco ed ex senatore Antonio Azzollini e la sua sconfitta candidata sindaco Isa de Bari), non aiuta a risollevare le sorti del partito, soprattutto in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera.

Sara Castriotta era definita il nuovo volto berlusconiano e sul suo profilo Instagram, come scrive “La Gazzetta del Mezzogiorno”, è indicata ancora come consigliera comunale e capogruppo di Forza Italia ed è stata eletta proprio grazie all’appoggio di Azzollini. La Castriotta, oggi in carcere insieme con l’ex assessore Mariano Caputo (al quale è legata sentimentalmente, come lei stessa ha dichiarato), era stata perfino indicata come possibile candidata alla Camera nella rosa dell’ex coordinatore regionale di Forza Italia Luigi Vitali.

Aveva perfino partecipato a una trasmissione televisiva, “Coffee break”, talk show della 7 (in verità con scarso successo, con risposte scontate, millantando competenze economiche e con affermazioni di scarso interesse), perché “scoperta” da Andrea Ruggieri, nipote di Bruno Vespa.

Il tentativo di Forza Italia di arrampicarsi sugli specchi, con un comunicato tardivo di una settimana dagli arresti e dopo aver perso la faccia e in seguito a un lungo imbarazzante silenzio, sortisce un effetto più negativo perfino dello stesso silenzio dei giorni precedenti.

Ma tant’è, dalle macerie del partito di Berlusconi anche a livello locale, non ci si poteva aspettare di più. Ci saremmo aspettati, invece, un migliore scatto di orgoglio dall’ex sen. Azzollini, ma forse le sue cattive consigliere continuano a portarlo sulla strada sbagliata, certamente non la migliore per riprendere in mano l’area di centrodestra e ricandidarsi a sindaco, come vorrebbe fare.

“Quindici” quello che gli altri non dicono.

SULLA VICENDA DI APPALTOPOLI E SUGLI ARRESTI “ECCELLENTI” AMPIO SPAZIO CON FOTO, NOTIZIE E COMMENTI, SULL’ULTIMO NUMERO DELLA RIVISTA MENSILE “QUINDICI” IN EDICOLA.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet