Recupero Password
Ancora roghi di auto a Molfetta. Ma tutti tacciono su un fenomeno sempre più inquietante
02 luglio 2020

MOLFETTA – Ancora un rogo di auto a Molfetta. E’ accaduto poco dopo mezzanotte in via Canonico de Beatis (il precedente, qualche giorno fa, il 28 giugno, in via Allende).

Ad essere incendiata, con una tanica di benzina trovata sul posto, è stata una Fiat 500.

Sul posto il solito rito dei vigili del fuoco e solite indagini dei carabinieri, che brancolano nel buio. Ma almeno questa volta non si potrà parlare di autocombustione. Esiste il racket? Ci sono estorsioni? Perché nessuno ne parla? L’amministrazione comunale del “tutto è perfetto” non parla di questi fenomeni inquietanti. Come mai?

Sembra che gli incendi di auto non facciano più notizia e quindi sia inutile perfino parlarne. Ma non diciamo che la città è tranquilla e cominciamo a porci gli interrogativi sulla microcriminalità che rischia di diventare macro.

Eppure la cosa dovrebbe preoccupare chi governa una città. Ma, forse, sono più importanti le elezioni regionali e i pasticci delle alleanze, che rischiano di far cadere il sindaco Minervini.

© Riproduzione riservata

 

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2020
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet