Recupero Password
Allarme sicurezza dal Comitato per l’ospedale unico del nord barese Auto danneggiate ai medici in servizio e minacce al personale
20 agosto 2019

MOLFETTA – Ha un risvolto sicurezza la vicenda dell’ospedale unico del nord-barese che interessa anche Molfetta. A lanciare l’allarme è il relativo Comitato, a causa del danneggiamento di alcune auto dei medici in servizio a Corato.
«Sicurezza nei nostri ospedali, il tempo è scaduto – dice un comunicato -. Dopo 18 ore di fila di turno a Ferragosto, il dr. *** stava per smontare e tornare finalmente a casa dai suoi bambini.
Non dalla moglie, però. Perché lei invece era appena arrivata per iniziare il suo turno nello stesso ospedale del marito, l'Umberto I di Corato, dove anche la signora lavora.
Ed è stata proprio lei a notare tre individui che armeggiavano pesantemente contro l'auto del coniuge.
Ha cominciato a urlare contro i tre malviventi, ricevendone in cambio minacce mortali ("se non stai zitta ti tagliamo la gola"). Incurante del pericolo, ha coraggiosamente continuato a gridare fino ad attirare l'attenzione e far scappare i tre.
Solo allora il dr*** ha potuto rendersi conto che in quello che sembrava un normale mattino di routine, aveva rischiato di perdere l'auto, se non la moglie.
Tutto questo, incredibile a dirsi. Succede a tre anni dalla Carta di Ruvo e dal Piano di Riordino ospedaliero che aveva designato quell'Ospedale, come i nostri lettori ben sanno, come Ospedale di Primo Livello.
In realtà nulla è stato fatto da allora. E medici e operatori continuano a svolgere il loro lavoro, - per alcuni, come il dr. *, la loro missione - senza un'adeguata sicurezza dentro e fuori le mura.
Vogliamo pertanto nuovamente invitare i vertici regionali a prendere atto della situazione insostenibile sul piano della sicurezza, e non solo - e a mettere celermente in atto quanto previsto dal Piano di Riordino.
Facciamo appello direttamente al Presidente Michele Emiliano.
Abbiamo bisogno di Ospedali di Primo Livello, non di Ospedali insicuri al massimo livello.
Ne va della serenità di medici e operatori e della salute dei pazienti di un intero Territorio di 200mila abitanti.
Il tempo è scaduto. Non sfidiamo ancora la sorte».
Ospedale Unico Primo Livello - L'Ospedale dei Cittadini

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2019
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet