Recupero Password
A Molfetta si celebra il patrono San Corrado con le restrizioni Covid
30 gennaio 2021

 MOLFETTA - Torna la Festa di San Corrado. Molfetta si appresta a celebrare il Patrono della città e della Diocesi con un programma di festeggiamenti inevitabilmente condizionato dalle restrizioni anti Covid-19 ma non per questo rimaneggiato.

Nella giornata di ieri il busto reliquiario e l’urna argentea contenenti le spoglie del Santo eremita sono stati intronizzati nel cappellone dedicato ai Santi Pietro e Paolo in Cattedrale alla presenza del Presidente e dei componenti del Comitato Feste Patronali e del delegato vescovile don Vito Bufi.

Non mancheranno gli elementi tipici della tradizione come le luminarie che impreziosiranno la facciata barocca della Cattedrale, la consueta diana mattutina prevista il giorno 9 e la Bassa Musica che allieterà le vie cittadine nella giornata dedicata alla ricorrenza.

Inoltre il Comitato, per preservare un altro degli elementi tipici della tradizione, ha pensato di distribuire dei sacchetti contenenti semi, fave e ceci fritti in tutte le Parrocchie molfettesi al termine dell’ultima messa mattutina in programma domenica 7 febbraio. La distribuzione sarà affidata all’encomiabile organizzazione dei volontari del Ser Molfetta.

Sarà purtroppo inevitabile rinunciare ai riti del fuoco tipici della festa di San Corrado. Annullati sia i fuochi d’allegrezza organizzati con la collaborazione delle parrocchie e confraternite alla vigilia della Festività sia il gran falò che tradizionalmente viene acceso in corso Dante al termine del Pontificale del 9 febbraio. Le restrizioni e le norme anticontagio impongono il divieto di qualsiasi manifestazione esterna impedendo, di fatto, anche l’accensione del fuoco in area interdetta agli spettatori, idea percorsa in prima battuta dagli organizzatori per tener vivo il più bel segno della tradizione legata al culto del monaco di Baviera.

Il Comitato Feste Patronali invita la cittadinanza a prender parte alle celebrazioni in onore di San Corrado che prenderanno il via con la novena in Cattedrale a partire da domenica 31 gennaio e si concluderanno con il Solenne Pontificale di martedì 9 febbraio presieduto dal Vescovo mons. Domenico Cornacchia alla presenza del Capitolo Cattedrale, del clero locale, dei Priori delle Confraternite e delle autorità civili e militari. Si ricorda ai fedeli che la partecipazione alle celebrazioni eucaristiche è vincolata dal numero massimo di fedeli ospitabili in Cattedrale e dalle norme anticontagio (mascherina, sanificazione delle mani, distanziamento) cui si ha l’obbligo di attenersi. Proprio per consentire a tutti i fedeli di assistere alla celebrazione, il Comitato ha organizzato una diretta televisiva del Pontificale che sarà trasmessa su Teledehon e sui canali social del Comitato Feste Patronali.

Nominativo  
Email  
Messaggio  
Non verranno pubblicati commenti che:
  • Contengono offese di qualunque tipo
  • Sono contrari alle norme imperative dell’ordine pubblico e del buon costume
  • Contengono affermazioni non provate e/o non provabili e pertanto inattendibili
  • Contengono messaggi non pertinenti all’articolo al quale si riferiscono
  • Contengono messaggi pubblicitari
""
Quindici OnLine - Tutti i diritti riservati. Copyright © 1997 - 2021
Editore Associazione Culturale "Via Piazza" - Viale Pio XI, 11/A5 - 70056 Molfetta (BA) - P.IVA 04710470727 - ISSN 2612-758X
powered by PC Planet